martedì 7 marzo 2017

Karma Carnaval - nuovo brano rosichino


Perché è così importante il carnevale in Brasile? Perché la società brasiliana si è strutturata, per quasi quattro secoli, sul lavoro e la passione degli schiavi. Anche dopo l'abolizione legale della schiavitù, la mancanza di spazi materiali per la realizzazione della felicità degli ex schiavi impose una servitù di fatto. Il carnevale, come all'epoca dei baccanali romani, era l'unico periodo in cui i ruoli schiavo-padrone si ribaltavano in una festa così attesa dalla popolazione da essere furiosa ed estremamente ispiratrice per i poeti e i musici. Chico Buarque ce lo racconta in Vai Passar, una canzone che però non parla del passato ma del suo presente, perché le dinamiche della storia si riverberano sul presente. Consultando wikipedia ho visto che il karma ha qualcosa a che vedere con le azioni del passato che hanno conseguenze sul futuro, per cui la violenza espressa in vari secoli di sfruttamento dell'uomo sull'uomo e sulla natura si riverbera ancora oggi in una società giovane, piena di energia ma senza sbocchi creativi. Narcotraffico, traffico veicolare pazzesco, e un carnevale da capogiro. In questa selva oscura le persone affidano le proprie vite ai santi cristiani, che altro non sono che gli dei della religione politeista degli avi africani. C'è il santo Oxalà, dio creatore, proprio come cristo è il santo del karma carnevale cristiano, per cui beati sono gli ultimi perché saranno i primi ad entrare in paradiso, i ricchi diventano poveri e i poveri diventano ricchi. Forse allo stesso modo in Karma Carnaval si ringraziano tutte quelle persone, elementi della natura e dello spirito che ci rendono un po' più ricchi e la vita più degna di essere vissuta.

Come nasce la canzone


Stavo ascoltando l'autore francesce Stromae, con la sua canzone bellissima Toutes Les Memes, e gli accordi del ponte di Karma Carnaval sono gli stessi. Mi piacevano molto e ho provato a suonarli in ritmo samba. Ne è nata una melodia, poi il ritmo è diventato quello che è, moldato da Saverio Batterio con qualcosa che ricorda più il funky e l'hip hop. Ma ascoltando bene secondo me la melodia è stata presa anche da questa canzone che per me è fantastica e mi colpì molto quando uscì negli anni novanta, I could never be your lovere dei White Town:


Spero che vi sia piaciuta la canzone, si tratta di una prova nella sala di Saverio cui ho aggiunto qualcosa di fiati soffiando su un biberon. Dato che non so suonare alcun ottone, questi gli strumenti che avevo a disposizione. Intanto ci vediamo questo sabato a Firenze, senza il povero Free che si è rotto il mignolo a calcetto.

Davide Rosichino

lunedì 16 gennaio 2017

Dionisio Maio - Dia Já Manché




Chi è, o chi era, Dionisio Maio? Nell'era di google, in cui si può trovare ogni notizia su qualsiasi sciocchezza, è paradossale che di una musica così bella non si sappia nulla o quasi. Sappiamo solo che, più di trenta anni fa, tra il 1983 e il 1984, questo artista di Capo Verde ha prodotto dei brani di rara bellezza, dove l'eleganza di Cesaria Evora si fonde con il ritmo del forrò brasiliano e del soul americano... beh, in fondo siamo in Africa. Ma all'ascolto di questa canzone, Dia Ja Manché, potreste pensare che qualcuno ci abbia messo mano da poco, tale è la perfezione armonica. Provate a fare una ricerca del testo, il motore di ricerca vi dirà che non esiste in rete. In attesa che quindi un buon filologo si rechi nell'arcipelago capoverdiano per raccontarci la verità, godiamoci la musica e accettiamo di non sapere.

mercoledì 30 marzo 2016

Riparte la primavera della Grande Orchestra Rosichino

8 aprile Dynamo la Velostazione Bologna
25 aprile Pratello R'esiste Bologna
21 maggio Sposta Menti Pianoro 

Scherzando e ridendo la Grande Orchestra Rosichino si appresta a compiere la sua sesta primavera. Era aprile del 2010 quando Ale Mezzogori della Babboo band convinse Saverio Batterio a suonare con un paio di analfabeti musicali (rimango tuttora io Rosichino molto fieramente analfabeta). Ritmo ficcante che chiedeva a gran voce la presenza del trio western dei fiati, arrivato solo dopo un paio di anni, ora composto dal sax di Paola Sposato, la tromba di Vincenzo "Musciarieddu" Durante e il trombone di Vincenzo Vitullo. Un congiunto enorme e un po' carrozzone che fatica ad entrare negli angusti spazi musicali bolognesi. Meno male che questo paese premia i vecchi, e noi che non siamo più tanto giovani avremo il piacere di suonare venerdì 8 aprile al Dynamo, la velostazione vicino all'autostazione che tanto piace e meraviglia. 25 aprile nuovamente onorati di suonare al Pratello per la festa della Liberazione. Il 21 maggio siamo ospiti a Pianoro per la manifestazione Sposta Menti. Per cercare di non annoiare stiamo provando, molto lentamente, a fare nuovi pezzi. Dall'ultima pubblicazione di Erba Spontanea, sono circa 6 i nuovi pezzi inediti che potete ascoltare solo dal vivo. I motivi della lentezza sono mio figlio Diego, la spietata eliminazione di quei pezzi che mi sembrano tanto belli ma a volte fanno schifo e il congedo parentale di Emiliano "Millo" Grilli, il vecchio chitarrista venuto dall'epoca in cui si parlava ancora di rivoluzioni...
Video: No More Rain

sabato 17 ottobre 2015

La capoeira del Sig. Spock

Il possibile nuovo brano dei rosichini è una vecchia ispirazione masticata dopo anni. Di capoeira non ha nulla, se non nel testo, nell'idea della resistenza degli antichi schiavi africani che elaborarono una forma di lotta in catene, nel vero senso della parola, visto che delle catene li tenevano fermi al suolo. Questa forma di lotta non gli serviva per difendersi dalle inevitabili percosse dei colonizzatori, ma per fortificare l'animo o almeno per dargli la forza di non soccombere anche nello spirito. Difatti, più che un'arte marziale è una danza, scandita da un ritmo incalzante, che non prevede necessariamente uno scambio di botte. Ancora una volta, protagonista della canzone è l'essere umano nella sua condizione di totale debolezza di fronte alla violenta competizione del mondo esterno, quindi donna che sa alzare la testa e che potrà riprodursi solo in presenza dell'amore e del rispetto. Vi lascio con questa piccola bozza piena di errori, a presto. Davide Rosichino
P.s. Mi dice Millo che chiamare Spock "capitano" è passibile di fatwa da parte dei seguaci di Star Trek. "Sig. Spock, capitano Kirk". Chiedo fin d'ora scusa e mi riservo di trovare una soluzione.

venerdì 14 agosto 2015

CARAVELA - Grande Orchestra Rosichino - VIDEOCLIP


Ecco il nuovo video di Caravela della Grande Orchestra Rosichino, fatto dalle mani sapienti di Oscar Serio. Le riprese sono state fatte a Punta Marina (in provincia di Ravenna) grazie al contributo del Bagno Susanna che ci ha offerto il suo pedalò in offerta alla modica cifra di 10 euro per 3 ore. "Al Bagno Susanna il tuo pedalò va a tutta panna" (pubblicità). Ma nulla di ciò sarebbe stato possibile senza la Vitullo Saponi, sponsor ufficiale del nostro Salento Tour appena conclusosi. "Con Saponi Vitullo ti godi il Meglio!" (pubblicità). "Partecipa al concorso Vitullo al Meglio e vinci anche tu una splendida gita in camper in Abruzzo".


Se notate che ci sono poche ragazze nel video - a parte una chiaramente posticcia aggiunta al ventottesimo secondo - sappiate che non ce lo potevamo permettere e forse avremmo dovuto sostituirle con le zdaure (matrone emiliane) che in queste valli abbondano. Alleghiamo foto di zdaura jijofan.

domenica 26 luglio 2015

Babboo e Grande Orchestra Rosichino in Salento

Reduce da un fenomenale tour in Messico, il duo Babboo, guidato dal nostro amico Alessandro Mezzogori from Comacchio, fa un salto anche in Salento, proprio nello stesso periodo dell'Orchestra Rosichino.


La poetica del gruppo nato in Olanda è la riscoperta del proprio Babboo interiore, il proprio io animale, selvaggio e spontaneo che spesso reprimiamo, ma che tutti abbiamo anche se delle volte neanche sappiamo di avere. Da qui nasce il nostro sodalizio poetico: l'intima consapevolezza della superiorità artistica del selvatico sul progetto razionale, dell'Erba Spontanea sul concime, dell'animale sull'uomo, della curva sull'angolo retto. Ed è su questo disprezzo del pensiero ortogonale che nel 2010 è nata la nostra CANZONE COMUNE, Acerola Umbù, una canzone nata sull'onda dell'entusiasmo di un viaggio fatto insieme.
Sarà possibile ascoltarli dal vivo ad agosto in queste date:

h 6 Aug Fattizze d'Arneo (LE)
fr 7 Aug Piccapane (LE)
sa 8 Aug Km0 (LE)
mo 10 Aug Barroccio, Lecce (LE)


Babbo è un marchio garantito del consorzio di qualità SPAGHETTI SAMBA. Buon ascolto.



sabato 18 luglio 2015

Il nuovo Rosicamper e il Salento Tour 2015

Settimane frenetiche per l'Orchestra Rosichino: mentre ci si prepara al secondo tour in Salento dopo l'ottima esperienza del 2014, Oscar Serio sta girando il videoclip di Caravela, una delle canzoni meglio riuscite di Erba Spontanea. A breve potremo sentire le note della canzone sui migliori pedalò della Romagna, visto che le riprese sono state fatte simulando un naufragio sulla barca a pedali a Marina di Ravenna. E poi un'altra novità: è arrivato il Rosicamper, un potentissimo mezzo di locomozione per contenere tutta la nostra sezione fiati che è sempre più numerosa. Che dite, ce lo piazziamo un bell'adesivo rosicone sulla carrozzeria?
Abbiamo intervistato a tal fine Vincenzo Durante, trombettista del Triplo Fiato Rosichino: "quando l'ho visto ho capito che il rosicamper doveva essere mio... ho contattato il proprietario, un ex umarell che lo usava una volta all'anno per andare ad affittare un pedalò nelle migliori spiaggie della Romagna. Lo teneva pulito, lo imbiancava ogni anno. Aveva lo spirito giusto per essere il Rosicamper. Ci siamo bevuti un amaro e l'ho convinto a vendermelo suonando un pezzo di Gaber in stile jazz malinconico "























sabato 9 maggio 2015

Le Temps de Cécile al Pratello per la festa della Liberazione

25 aprile 2015, un grandissimo onore e un grande piacere suonare in piazza San Rocco per il popolo del Pratello.

Le Temps de CécileLa prima canzone per il 25 aprile dell'Orchestra Rosichinohttps://soundcloud.com/davide-erdas/le-temps-de-cecileVideo di Emiliano Grilli
Posted by Orchestra Rosichino on Lunedì 27 aprile 2015
La prossima avventura è il 23 maggio alla Casavallona (vedi sezione concerti).

 

sabato 14 marzo 2015

Un bus per Francoforte con la Grande Orchestra Rosichino

In vista delle manifestazioni di protesta del 18 marzo a Francoforte per sostenere la causa del popolo greco, la Grande Orchestra ha l'onore di partecipare alla festa di autofinanziamento de l' Altra Emilia Romagna presso le Scuderie di Piazza Verdi. Una giustissima causa nel momento in cui i governi di destra europei stanno cercando di stroncare sul nascere l'alternativa all' Europa della speculazione finanziaria. Dalle 20 alle 21,30. 

giovedì 5 febbraio 2015

Mark Orton - "New West"

La pellicola Nebraska ci ha permesso di conoscere questo pezzo di Mark Orton geniale per la sua semplicità e per i suoi richiami evidenti al vecchio stile spaghetti western morriconiano. Una tromba (flicorno?) particolarmente messicana fissa una melodia epica come piace anche ai Rosichini, cui seguono poi vari gorgheggi sostenuti da un'armonia molto semplice ma accattivante della chitarra acustica. La colonna sonora dipinge i cieli e gli spazi aperti di questa pellicola che ha scelto il bianco e nero per ritrarre la vita dell'odierno far west - che tutto è meno che epico. Disoccupati, nuovi poveri e meschini di vario tipo che cercheranno, senza riuscirci, di rovinare il viaggio di un padre ormai demente con il proprio figlio. Per la nostra orchestra una melodia di grande ispirazione.