venerdì 4 aprile 2014

Menina Atomica - primo singolo di Erba Spontanea

Da un punto di vista musicale, la prima volta in Brasile per me è stato uno choc. Non c'era niente di quella musica bossa nova che tanto ispira noi europei. Ma neppure quella musica di intrattenimento ballabile da locale alternativo che speravo di trovare. Soprattutto a Salvador da Bahia, equiparabile per molti versi alla nostra Napoli. Bella e meravigliosamente volgare. Al primo acchito, la sensazione è sgradevole, perché la musica è veramente molto pacchiana. Sentite un po' qua:



Ascoltare e guardare un video senza condividere con i bahiani questa musica non ha molto senso: come una pianta tropicale, l'axé pagode - questo il genere musicale tanto in voga a Salvador - cresce, fiorisce a fa frutti solo nel suo ambiente naturale.
Così, quando comprai il primo cavaco, sapevo fare solo il ritmo axé, e quando mi chiesero di suonare qualcosa in italiano, inventai lì per lì un testo che mi sembrava ridicolo. Il ritornello, invece, è stato già spiegato nel post precedente: è il passaggio dal rifiuto all'accettazione della loro potente musica, cui rendiamo omaggio con Menina Atomica.




Erba spontanea è anche questo, musica spontanea nata senza conoscenze. Perché rosichino, di conoscenze, non ne ha. Ha solo l'ispirazione dettata dalla legge della giungla.